Puntata 8

29 maggio: Le tecnologie informatiche per la cura e la formazione in medicina

E’ una storia che, se si vuole, la si può far partire da lontano. L’idea che i medici potessero formarsi e far pratica – per essere “buoni” medici – è antica quanto l’uomo, ma i progressi in questo senso si sono visti solo negli ultimi 400 anni. A partire dalla comprensione fine dell’anatomia umana – che sollevava dubbi di tipo pratico ed etico (si trattava pur sempre del cadavere di un essere umano) – riverberata in meravigliose tavole anatomiche da artisti veri e propri, fino alla costruzione di modelli via via sempre più perfetti realizzati dai ceroplasti delle scuole fiorentine, napoletane e siciliane. Modelli che venivano mostrati (e fatti utilizzare) nelle scuole di ostetricia per permettere alle levatrici di far pratica.

Su questo filone di alta formazione si impernia un settore importante della biorobotica che costruisce sofisticatissimi modelli umani in grado di simulare (con una vera e propria regia), in laboratorio, accidenti cardiovascolari e complicanze di casi che potrebbero, nella realtà, con pazienti veri, presentarsi ai medici di domani.

Oppure, identicamente, per un paziente molto più piccolo, come “Nina”, simulare situazioni in cui è necessario operare per stabilizzare il neonato.
Ma accanto alla biorobotica – in cui si fa un grande uso dell’informatica – c’è l’informatica vera e propria che può fornire validi strumenti di aiuto a chi opera con ragazzi autistici. Oppure a chi non può muoversi da casa ma ha la necessità di essere monitorato da un medico.

Le tecnologie informatiche – e non solo – quindi come ausilio alla formazione e alla cura in settori importanti della medicina.

Ne parleremo ad «Aula 40» nella puntata di giovedì 29 maggio, come sempre in diretta dal Cnr di Pisa dalle 10 alle 11,15, con:

  • Francesca Cecchi • ricercatrice all’Istituto di Biorobotica, Scuola Superiore Sant’Anna
  • Armando Cuttano • responsabile Centro di Formazione e Simulazione Neonatale “Nina”, Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana
  • Francesco Giovacchini • ricercatore all’Istituto di Biorobotica, Scuola Superiore Sant’Anna
  • Giuseppina Sgandurra • neuropsichiatra infantile, IRCCS (Istituto di ricovero e cura di carattere scientifico) «Stella Maris»
  • Maria Claudia Buzzi • tecnologa dell’Istituto di Informatica e Telematica, Cnr
  • Marina Buzzi • tecnologa dell’Istituto di Informatica e Telematica, Cnr

e, in collegamento telefonico, Andrea Orlandini • ricercatore dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione, Cnr.

Restate in ascolto!


risorse web:

  • Care Toy: http://www.caretoy.eu/ (+ video)
  • Simulazione Nina: http://www.simulazionenina.it/
  • CNR – ABCD software: http://abcd.iit.cnr.it/
  • GiraffPlus: http://www.giraffplus.eu/

laboratori:

  • Scuola Superiore Sant’Anna – Wearable Robotics Laboratory
  • CNR – gruppo WAFI (Web Applications for the Future Internet): http://www.iit.cnr.it/tematiche_ricerca/web_applications_future_internet
  • CNR – Planning and Scheduling Technology Laboratory: http://www.istc.cnr.it/group/pst
locandina della puntata
locandina della puntata