3. Ifc: Il futuro è già qui

 

Se oggi il vostro cuore può essere aiutato da un pacemaker; se oggi vi guardano dentro senza aprirvi come una scatola di sardine o con molte meno radiazioni; se oggi il vostro medico può guardare i vostri esami e leggerne l’esito sul suo pc entro pochi minuti da quando li hai effettuati; se il cardiochirurgo che deve aggiustare il vostro cuore, può rigirarselo fra le mani in una perfetta ricostruzione fatta con una stampante 3D; se oggi possono sostituirvi un pezzo di arteria o una valvola cardiaca non più con un pezzo di plastica, ma con un tessuto biocompatibile che ne aiuta, sollecita e sostiene la ricostruzione, mentre continuate a fare la vostra vita regolare; se, sempre con la stessa stampante 3D, vi possono costruire un pezzo di ricambio su misura in tempo reale, mentre siete sul lettino operatorio; se potete fare una cura commisurata alle vostre reali e personali esigenze; se potete ragionare e contribuire alle decisioni più giuste per vivere il vostro ambiente nel modo più salutare; se seguite un regime alimentare corretto ed equilibrato dalla nascita e per tutto il corso della vostra vita; se il sole non è più un nemico della vostra pelle; se i vostri ormoni non fanno più impazzire i vostri organi e non li mettono più in lite fra loro; se potete scoprire che il vostro corpo può funzionare proprio come quello della Cristoforetti o Pellizzari; se potete trovare aiuti mirati alle vostre  esigenze, per liberarvi di patologie sociale come il gioco, il bere o le droghe…nella nuova puntata di Aula 40 scoprirete che ruolo ha avuto in tutto questo (e altro ancora) l’Istituto di Fisiologia Clinica da 50 anni a questa parte. 

Fondato nel 1968 come “laboratorio” nella Clinica Medica dell’Ospedale S. Chiara da un’idea di Gabriele Monasterio e dalla visione e progettualità di Luigi Donato, l’Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr ha avuto sin dagli esordi una visione innovativa che ha unito  la multidisciplinarietà, necessaria a garantire un miglioramento della qualità della sanità, ad alti standard di ricerca nel campo della salute e delle scienze della vita, mettendo al centro della sua ricerca non il malato, ma l’Uomo. L’Istituto è stato ed è tuttora un crocevia di relazioni scientifiche internazionali, che hanno portato i suoi ricercatori a contatto anche con personalità storiche di primo piano, non solo del mondo della Scienza. 

Con l’aiuto di alcuni protagonisti del passato e del presente, racconteremo l’Ifc-Cnr attraverso le sue ricerche e i risultati ottenuti, fra successi, aneddoti (anche divertenti) e qualche (in)evitabile incidente di percorso.

Per conoscere meglio le nuove ricerche in campo medico-scientifico e l’attività e il ruolo svolto dall’Istituto di Fisiologia Clinica, vi diamo appuntamento giovedì 25 ottobre alle ore 10 , sempre sulle frequenze di Punto Radio (Fm 91.1-91.6) o in streaming sulla web tv del Cnr (www.cnrweb.tv).

Ospiti della nostra trasmissione saranno:

  • Giorgio Iervasi, Direttore dell’Istituto di Fisiologica Clinica del Cnr (Ifc-Cnr);
  • Antonio Benassi, Dirigente di  ricerca Cnr  in quiescenza;
  • Alvaro Galli, Ricercatore dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr (Ifc-Cnr);
  • Luna Gargani, Ricercatrice dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr (Ifc-Cnr);
  • Daniele Panetta, Ricercatore dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr (Ifc-Cnr);
  • Laura PolisenoRicercatrice dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr (Ifc-Cnr);
  • Gli alunni del Liceo Filippo Buonarroti di Pisa.

Print Friendly, PDF & Email

Il CNR va in onda