17. GLI ADOLESCENTI E LE DROGHE. NUMERI, ESPERIENZE E PREVENZIONE

Ogni anno gli europei spendono almeno 24 miliardi di euro per acquistare sostanze illecite: sono le stime del rapporto della Commissione europea, sul mercato degli stupefacenti nell’Unione, realizzato con il Centro europeo di monitoraggio su droghe e dipendenze ed Europol. È un business gigantesco, stimato fra lo 0,1 e lo 0,6% del Prodotto Interno Lordo degli stati aderenti all’Unione Europea.

ll mercato della cannabis è di gran lunga il più fiorente, pari al 38% dell’intero mercato illegale della droga, seguito da quelli dell’eroina che ne rappresenta il 28% e della cocaina, 24%.

In Italia il 10% delle persone sotto i 35 anni (circa 4 milioni di persone) hanno fatto uso di sostanze illegali nell’ultimo anno, almeno una volta. Secondo lo studio ESPAD Italia, condotto dalla Sezione di Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa (Ifc-Cnr), su un campione di 30mila studenti italiani tra i 15 e i 19 anni, il 27% ha fatto già uso di droghe. Se rapportiamo questa percentuale a tutti gli studenti che frequentano la scuola secondaria di secondo grado italiana, parliamo di 650 mila adolescenti che hanno fatto uso di sostanze stupefacenti prima dei vent’anni!

Il dato più preoccupante  riguarda il ritorno dell’eroina: lo studio ha stimato che ben 320mila ragazzi hanno fumato, sniffato o si sono iniettate il derivato dell’oppio. È più che raddoppiato anche l’uso di “smart drugs”, droghe al limite della legalità, facilmente reperibili sul web sotto forma di prodotti naturali.

Da questi dati emerge che la diffusione del consumo di sostanze stupefacenti è ancora uno dei fenomeni sociali e sanitari più preoccupanti del nostro secolo. Come contrastarlo? Esistono strategie e azioni per prevenire l’utilizzo di sostanze stupefacenti tra i più giovani? Come è cambiato il consumo e il traffico di droghe?

Ne parleremo giovedì 19 maggio dalle 10 nella prossima puntata diAula 40, in onda sulle frequenze di Punto Radio (91.1-91.6) e in streaming su www.cnrweb.tv), con i nostri ospiti:

  • Alberto Francini, Questore di Pisa;
  • Sabrina Molinaro, Responsabile della Sezione di Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa (Ifc-Cnr);
  • Mariangela Chiapparelli, dirigente scolastico del Liceo “Filippo Buonarroti” di Pisa;
  • Gianni Morgese, rappresentante del “Gruppo il Ponte”, associazione di famiglie contro la droga.puntata16

Il CNR va in onda