11. Cybercrime. Il pericolo è online

Nel corso dello scorso anno si è assistito a un forte aumento del crimine online. Secondo i dati Clusit nel 2015 i reati su Internet sono aumentati in media del 30%. Sono stati colpiti soprattutto comparti fondamentali del sistema produttivo: le aziende che si occupano di infrastrutture critiche (reti di telecomunicazioni e energia), per esempio hanno subito un aumento degli attacchi informatici di oltre il 900%. Notevole è anche la crescita di reati informatici contro il settore dell’automotive (400%) e della grande distribuzione (400%).

Il danno economico mondiale causato dagli attacchi informatici è stimato tra i 375 e i 575 miliardi di dollari all’anno, più o meno quanto il Prodotto Interno Lordo di stati come il Belgio o l’Olanda.

Ma le vittime degli hacker non sono solo istituzioni o aziende. A essere colpiti sono anche le famiglie, e in particolari i soggetti più deboli come i bambini e gli anziani. Negli Stati Uniti sono per esempio in aumento i furti di identità nei confronti dei minori.

Difendere i propri dati da attacchi sempre più sofisticati è diventato un obiettivo di primaria importanza per la sicurezza pubblica e per tutto il mondo dell’economia.

Per questa ragione è stato stimato che il mercato della sicurezza informatica è destinato a crescere dai 75 miliardi del 2015 ai 170 miliardi del 2020, creando 6 milioni di posti di lavoro al mondo nei prossimi tre anni.

Al cybercrime e alla cybersecurity sarà dedicata la puntata di Aula 40 di giovedì 25 febbraio, dalle 10, sempre sulle frequenze di Punto Radio e in streaming sulla Cnrweb Tv. Saranno ospiti della puntata:

 

  • Domenico Laforenza, Direttore dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr (Iit-Cnr) e del Registro .it;
  • Fabio Martinelli, Primo Ricercatore dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr (Iit-Cnr);
  • Andrea Passarella, Ricercatore dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr (Iit-Cnr);
  • Gianluca Dini, Docente e ricercatore del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa
  • Giuseppe Augiero, Esperto di cybersecurity. Si occupa di Network Design e sicurezza informatica per la Fondazione Toscana Gabriele Monasterio.

In collegamento telefonico:

  • Luigi Rebuffi, Presidente di EOS (Organizzazione Europea per la Sicurezza)

Stay tuned!

puntata10

Print Friendly, PDF & Email

Il CNR va in onda