8. La scienza che verrà

Gli anni 2010-2019 sono stati un decennio molto positivo per la ricerca scientifica: dai grandi passi in avanti fatti dall’astronomia ai progressi nella ricerca medica, dal bosone di Higgs alle onde gravitazionali, per non parlare delle innovazioni in ambito informatico e nell’intelligenza artificiale o l’invenzione di tanti nuovi nanomateriali.
Ma cosa ci dobbiamo aspettare per il prossimo decennio?
Nella prima puntata dell’anno (e del decennio) di Aula 40, giovedì 16 gennaio, azzarderemo alcune previsioni insieme ai nostri ospiti, ricercatori in 5 ambiti disciplinari diversi: la medicina, i nanomateriali, l’informatica, la fisica e la robotica.

Se volete scoprire la scienza che verrà seguiteci dalle 9.30 sempre sulle frequenze di Punto Radio (Fm 91.1-91.6) e in streaming su www.cnrweb.tv

Ospiti della puntata saranno:

Leonardo Cappello, ricercatore dell’Istituto di Biorobotica della Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna;
Fabrizio Falchi, ricercatore dell’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione del Cnr (Isti-Cnr);
Leonida Gizzi, responsabile della sede secondaria di Pisa “Adriano Gozzini” dell’Istituto Nazionale di Ottica del Cnr (Ino-Cnr);
Domenico Laforenza, associato emerito del Consiglio Nazionale delle Ricerche;
Lorena Tedeschi, ricercatrice dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr (Ifc-Cnr);
Francesca Telesio, ricercatrice dell’Istituto di Nanoscienze del Cnr (Nano-Cnr)

Print Friendly, PDF & Email

Il CNR va in onda